IL CONTROLLO DI GESTIONE E I DATI EXTRA-CONTABILI

IL CONTROLLO DI GESTIONE E I DATI EXTRA-CONTABILI

Affidarci ad un buon consulente permette all’imprenditore di avere maggiormente sotto controllo la situazione e di poter, quindi, adottare eventuali correttivi, se necessari, con le giuste tempistiche.

La base del #controllo di gestione parte dalla #situazione contabile al termine di un determinato mese completo di tutte le registrazioni di competenza. Il #controllo di gestione dà l’opportunità di riclassificare i dati contabili secondo la formula che si ritiene più utile per l’azienda. Tuttavia, il #controllo di gestione non è semplicemente questo, altrimenti nulla sarebbe che la riclassifica del bilancino infrannuale.

Vediamo insieme un esempio pratico: Sempronio redige il #controllo di gestione all’azienda Alfa di Caio.

Sempronio nel suo lavoro non tiene conto dei ratei mensili del personale, come ad esempio il rateo della tredicesima e della quattordicesima, il rateo ferie e permessi, il TFR, etc. Immaginiamo che in seguito al controllo eseguito nel mese di novembre, dica a Caio “preparati a stappare lo spumante Caio, la tua azienda a fine novembre è in utile di 100.000 euro, quest’anno che sta per finire è stato formidabile, i guadagni sono cresciuti mese per mese!”. Salvo, che con la tredicesima prima, e la registrazione di tutti gli altri ratei del personale annuali, nel mese di dicembre vengano accertati - solo di ratei - oltre 130.000 euro di costi, portando il risultato dell’anno in rosso.

Caio è a questo punto molto arrabbiato con Sempronio, che gli ha trasmesso #informazioni non aderenti alla realtà per tutto l’anno. Illudendolo. I ratei del personale avrebbero dovuto essere considerati mensilmente in modo da avere un risultato della gestione corretto. Caio sarebbe stato conscio già mesi prima che la #situazione non era così rosea. Avrebbe avuto quindi tempo per applicare dei correttivi in modo da non chiudere l’anno in perdita.

Vediamo ora un altro esempio: questa volta è Tizio che redige il #controllo di gestione all’azienda Alfa di Caio.

Tizio innanzitutto controlla che sia stato registrato tutto in contabilità, se le registrazioni non sono complete evidentemente vengono tralasciate voci di costo o di ricavo.

Allo stesso modo, Tizio va a considerare tutti quei dati, anche extracontabili, utili ad attribuire i corretti costi e ricavi di competenza del periodo.

Vediamo insieme più nel dettaglio di che voci stiamo parlando.

Tizio deve innanzitutto tener conto dei ratei del personale, quindi, come abbiamo detto sopra, della quota TFR dell’anno, della quota della tredicesima e della quattordicesima, dei ratei ferie maturati, etc. Perché queste voci sono importanti? Tizio ci spiega che, anche se la tredicesima viene pagata una sola volta l’anno o le ferie vengono utilizzate soltanto ad agosto, e quindi sembrerebbe che l’effettivo costo sia concentrato in alcuni periodi dell’anno, in realtà il dipendente matura una quota di tutti questi costi ogni mese e un #controllo di gestione ben fatto non può pensare di prescindere dal corretto accertamento. Inoltre Tizio sa bene che queste voci sono spesso di importi non trascurabili.

Tizio stima, inoltre, un rateo della quota ammortamenti annua, che, qualora non fosse di sua conoscenza, potrà richiedere al commercialista. Tizio si fa consegnare da Caio gli estratto conti trimestrali delle banche affidatarie, infatti, secondo la modifica della normativa avvenuta nel corso degli ultimi anni, gli interessi maturati non vengono più addebitati trimestralmente, ma soltanto una volta l’anno. Tuttavia, sugli estratti conto trimestrali, è possibile leggere l’importo di interessi già maturati, ma non ancora addebitati dalla banca.

Un ulteriore dato da considerare, forse il più complesso da fornire per l’azienda, è, invece, la variazione delle rimanenze e dei lavori in corso.

In questo secondo esempio, vien da se, che il risultato rispecchia maggiormente la realtà della gestione.

Affidarci ad un buon #consulente permette all’imprenditore di avere maggiormente sotto controllo la #situazione e di poter, quindi, adottare eventuali correttivi, se necessari, con le giuste tempistiche.

Paolo Protto
Paolo Protto

Da oltre 10 anni lavoro a stretto contatto con le aziende, approfondendo e specializzandomi in turnaround aziendale, redazione di piani industriali e controllo di gestione.

Post precedenteIl Controllo di Gestione: i dati su cui si basa